Il Quaderno dei selfie disegnati

Crea il tuo Quaderno dei selfie disegnati disegnando i tuoi autoritratti come se fossero dei selfie fatti con lo smartphone. Scegli una posa, disegnati e componi il Quaderno aggiundendo ritratto dopo ritratto. Puoi realizzarlo da solo oppure con gli amici, con la tua classe o la tua famiglia.

Per prima cosa, prendi dei fogli, meglio se da riciclare, e disegna solo i profili e le sagome, come se dovessi disegnare dei manichini. In seguito, osservandoti allo specchio, aggiungerai il resto del viso o del corpo, a seconda della posa che hai scelto di ritrarre. Non sai che pose utilizzare? Nessun problema! Ho realizzato un pdf con alcune pose da cui prendere spunto ma poi devi crearne di nuove.

Ma come si fa un ritratto che sembra una foto? Ci si mette davanti a uno specchio, ci si osserva e ci si disegna!

Per prima cosa, si deve capire come usiamo il nostro corpo quando scattiamo un selfie e che inquadrature usiamo, quale “parte” di mondo riquadriamo. Quando scattiamo una fotografia DECIDIAMO LA PARTE DI MONDO (e di noi, in questo caso) che vogliamo mostrare. Questo lo facciamo perché vogliamo RACCONTARE qualcosa. Alcune volte mostreremo solo un occhio, altre metà faccia, altre ancora mostreremo le nostre spalle e la nuca, altre ci nasconderemo dietro al gatto o dietro a una mano oppure ci posizioneremo di profilo.

È un’attività per grandi o piccoli? Per tutti, sia che voi abbiate 3 o 103 anni potete creare il vostro quaderno dei selfie disegnati.

Potete aggiungere i “filtri” e scrivere gli “hastag”, potete aggiungere un breve commento proprio come succede nei social. Una volta terminato, sfoglialo e guardati: sono sicura che sarà divertente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.